danza e scuole di ballo
I TEATRI DELL'ARSENALE - VENEZIA 10/22/2004
Due sono gli spazi teatrali che la Biennale, attraverso interventi di restauro attuati nel 1999 e nel 2000, ha riconquistato all'Arsenale per una funzione pubblica,

per una funzione pubblica, disegnando una nuova mappa di luoghi di incontro e di spettacolo per la città di Venezia: il Teatro Piccolo Arsenale e il Teatro alle Tese. Si tratta di spazi oggetto di un intervento "leggero" e reversibile, che ne ha permesso un uso nuovo senza in alcun modo snaturarne i caratteri architettonici e la memoria.
Teatro Piccolo Arsenale. L'ex cinema Arsenale è diventato, nel 2000, uno spazio teatrale con rapporto frontale tra palcoscenico e platea (328 posti); fornito di una struttura di sospensione (ring) e una dotazione di base illuminotecnica avanzata, con una cabina dimmer per più di 100 canali, una console tecnologicamente all'avanguardia, arredi di scena, zona servizi e camerini per pubblico e personale artistico e tecnico.
Teatro alle Tese. Gli edifici delle Tese Cinquecentesche sono costituiti da quattro grandi capannoni di dimensioni uguali (ex scali scoperti) eretti nel 1564 su progetto di Jacopo Sansovino, affiancati uno all'altro e collegati da arcate di ampie dimensioni. Dopo essere state aperte al pubblico nel 1999, ospitando una parte della 48. Esposizione Internazionale d'Arte (dAPERTutto), dal 2000 la Biennale le ha adibite a spazio teatrale aperto e modulare, concepito per attività di spettacolo, musicali e congressistiche, con 500 posti tra platea e gradinate. Si tratta di un open space, spazio aperto alla sperimentazione, agli studi creativi, agli spettacoli di teatro, musica e danza che richiedano un uso non tradizionale dello spazio e del rapporto palco-platea.
torna a elenco news