danza e scuole di ballo
RECENSIONI 11/22/2002
Il Nobel danza sulle punte contro tutte le ingiustizie.Roma - Maurice Bejart Tratto da La Sicilia di Ettore Zocaro

Un omaggio alla figura di Madre Teresa di Calcutta per quello che di speranza il premio Nobel per la pace ha significato nel mondo perturbato di oggi. L'idea è del grande coreografo Maurice Bejart ieri sera, al Teatro Olimpico di Roma in prima italiana, ha presentato il suo nuovo spettacolo Mère Teresa et les enfants du Monde. Un'avvincente crerazione realizzata con la sua nuova compagnia «M», composta dai migliori allievi del Rudra, la scuola che dirige a Losanna. Bejart affronta un tipo di danza spirituale concepita come messaggiodi progresso, di gioia e di liberazione all'umanità sofferente di oggi. Non mette in scena Madre Teresa, ma la sua immensa lezione fatta di morale e azione, evocata attraverso la storia parallela di una donna ricca,la quale dona il suo tempo e il suo denaro ai bimbi di tutti i ghetti del mondo. Nel corso di tutta la rappresentazione aleggia il senso del dialogo, della persuasione, e della dolcezza che possono trasfigurare qualsiasi offesa al genere umano. Un risultato tutt'altro che secondario. Bejart non si muove cervelloticamente : è partito dal fatto che la gioventù è parte essenziale della danza, e che meglio di ogni altra forma artistica ne esprime gli slanci e la vitalità. L'allestimento è perfetto, come tutti quelli di Bejart, tecnicamente ineccepibile, scattante e suggestivo splendido il finale con l'Hallelujah, su note di Bach.Nell'insieme, un capitolo inedito per la danza contemporanea spesso accusata di essere espressione del lassismo dei costuni moderni. Bejart denuncia i mali del mondo guardando ai giovani più esposti che Madre Teresa aveva preso sotto di sè per vincerne i drammi, personalità coraggiosa, simbolo inequivocabile, piccola fragile donna nata in Albania che portò il suo cuore per aiutare gli esclusi da tutti. Un pizzico di coraggio nel renderle onore non è mancato neppure ad un artista come Bejart che ha affrontato un tema delicato che nelle mani di altri meno dotati sarebbe apparso certamente enoioso e scontato.
torna a elenco news