danza e scuole di ballo
SPETTACOLI 10/21/2002
Roma 23/26 Ottobre 2002

JEANNETTE liberamente tratto da Giovanna d’Arco di Maria Luisa Spaziani ideazione Fabrizio Crisafulli, Giovanna Summo regia e luci Fabrizio Crisafulli coreografia Giovanna Summo, Alessandra Cristiani, Sabrina Cristiani scenografia Antonella Conte; costumi Eva Coen; assistente costumista Gilda Bompresa musica Andrea Salvadori; sonorizzazione Marco Resovaglio ROMA, rassegna "Geo-Metrie", Teatro Furio Camillo via Camilla 44 tel. 06.78347348 23/26 ottobre 2002 ore 21 27 ottobre 2002 ore 18 Giovanna d’Arco, ha scritto Spaziani, è una "poesia in azione". Figura che ci rammenta la possibilità di cambiare le cose del mondo facendo leva sulla forza delle proprie passioni. Sono i caratteri generali ed archetipici del personaggio che lo spettacolo mette in campo, non la sua dimensione storica. Una Giovanna in equilibrio tra delicatezza e forza, tensione metafisica ed azione, stupore giovanile e ispirata potenza di lotta. Pur alimentato dalle letture dei testi di Schiller, Shaw, Brecht, Claudel, dedicati all’eroina di Orleans, il lavoro è sostanzialmente tratto dal più recente poemetto della Spaziani, che ne ispira la struttura e del quale utilizza suggestioni e frammenti testuali, immettendoli in un iter scenico fortemente ritmato e compatto, che combina strettamente parola, movimento, suono e luce. Nel lavoro, la danza è soprattutto gesto, scambio tra corpo e visione, assimilazione nel movimento del paesaggio scenico, atto teatrale. La parola affiora dal corpo e dalla danza. Non come narrazione diretta, ma come poesia in atto: articolata e profondamente integrata nel tessuto spazio-temporale dello spettacolo. La luce ha ruolo di rilievo. Non è solo funzione. Né contorno. E’ immagine. Ed azione: necessaria, fusa con le altre componenti del lavoro, insieme alle quali definisce tempi, ritmi, "voci", visioni.
GRUPPO ARTE TEATRO DANZA Il Pudore Bene in Vista
Via Crescenzio 82 Roma Fax 06 6869863 tel. 06 68600212 gatd@iol.it
torna a elenco news