danza e scuole di ballo
RECENSIONI Tratto da "La Stampa" del 2.4.02 4/2/2002
Storia e balletto a varallo Da Romeo e Giulietta al «Bolero» giovedì al «Civico» è gran finale. In provincia è tempo di balletti. Un genere che ha moltissimi appassionati tra il pubblico che frequenta i teatri in Valsesia e nel Vercellese.

La Compagnia del Teatro Nuovo di Torino presenta al Civico di piazza Vittorio Emanuele II a Varallo, per chiudere la stagione municipale che ha visto in cartellone prosa e musical aggiungendo fuori abbonamento la danza, appunto. L'ultimo degli spettacoli quindi - in programma giovedì alle 21 - proporrà pièces che hanno fatto la storia del balletto. In scena una delle più prestigiose e rappresentative coreografie di Birgit Cullberg sulla musica del compositore svedese Hilding Rosemberg: «Adamo ed Eva», ovvero una poetica rivisitazione della storia biblica. A seguire, la danza sul tema di «Romeo e Giulietta» su musiche di Sergej Sergeevic Prokofiev, con le coreografie tessute da Vittorio Biagi, che già furono punto di forza per l'Opera di Lione nel 1970. E da gran finale ci sarà la musica stupenda ed evocativa del «Bolero», partitura celeberrima firmata da Maurice Ravel che farà da supporto sonoro ai solisti della Compagnia del Teatro Nuovo per interpretare una coreografia ideata da Antonio della Monica. Per le informazioni e le prenotazioni per la serata ci si potrà rivolgere all'Ufficio Cultura del Comune di Varallo 016352496. Tanto per restare in tema di balletto, cambiamo scenario rientrando nel capoluogo. Al Teatro Civico di Vercelli per il 5 maggio, sotto il patrocinio del Comune vercellese sarà in cartellone alle 21 lo spettacolo intitolato «Rapsodia», tematica sul mito americano, che la compagnia Ariston Proballet di Sanremo proporrà sulle musiche di George Gershwin con coreografie di Marcello Algeri. La colonna sonora si snoderà dai celeberrimi brani di «Rhapsody in Blue» a quelli di «An Americano in Paris» e «Porgy and Bess». Come si commenta nella presentazione «La musica ispiratrice primaria di questo balletto riesce ad organizzare una tematica tutta personale che tocca molti punti chiave provenienti dal canto popolare americano con sconfinamenti nella filosofia classica del blues, principale fonte di ispirazione melodica del jazz».
torna a elenco news