danza e scuole di ballo
RECENSIONI 1/23/2002
L’allestimento del Balletto Russo di Stato incanta il pubblico al Giovanni da Udine Pienone per “La bella addormentata”

UDINE – Tutto esaurito, full, en plein. Questo il segnale registrato al Giovanni da Udine per l'allestimento russo de La bella addormentata di Petipa-Cajkovskij, andato in scena l’altra sera per la direzione artistica del grande Wjatscheslaw Gordejew. Un segnale senza dubbio confortante, che va letto con attenzione: il balletto classico rimane – come genere – una scelta insuperata. Spesso digiuno di grandi performances d'estrazione accademica, il pubblico friulano, richiamato numeroso dal fascino di questo capolavoro della tradizione, rivela il proprio gusto in fatto di danza. Se l'avanguardia ha spesso toccato le programmazioni teatrali udinesi – anche se con tempi e percorsi a sé stanti –, la tradizione, nell'ultimo ventennio teatrale, si è persa o ha vissuto di sporadici eventi non sempre all'altezza delle aspettative. Ecco allora che al di là del folto pubblico (e della replica aggiunta) richiamato dall'avvenimento al Giovanni da Udine, appare evidente che tradizione significa base, pilastro, partenza per capire, collegare e interpretare anche tutto il nuovo e tutto ciò che in ambito artistico diventa antesignano, innovatore, consono ai tempi. La storia a lieto fine della Bella la conosciamo tutti, eppure la magia è trasmessa non soltanto dal desiderio di fuggire in uno spazio atemporale....
http://www.messaggeroveneto.kataweb.it/messaggeroveneto/arch_23/generale/speb/speb6.html
Di Elisabetta Ceron da "Il Messaggero Veneto"
torna a elenco news